Bonus del 30% delle commissioni in credito d’imposta

Al fine di incentivare la digitalizzazione dei pagamenti e la lotta all’evasione, il governo ha deciso di applicare un credito d’imposta del 30% sulle commissioni spese nelle transazioni pos.

La legge 157/2019 prevede la possibilità di richiedere un credito d’imposta del 30% sui costi di commissione per i pagamenti accettati tramite POS.

Questo vuol dire che, se ad esempio vengono spesi 100 euro in costi di commissione relativi alle transazioni pos, 30 euro vengo ridati al commerciante sotto forma di credito di imposta.

Il sito dell’agenzia delle entrate riporta: “Il credito d’imposta sulle commissioni per le transazioni effettuate tramite sistemi di pagamento elettronici è un’agevolazione destinata agli imprenditori o lavoratori autonomi, per i quali risultino nell’anno precedente ricavi e compensi inferiori ai 400.000 euro. Il credito d’imposta è pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con privati consumatori mediante strumenti di pagamento tracciabili.”

E’ possibile usufruire del credito d’imposta con i terminali myPOS?

Certamente!

Nella home page personale di myPOS, ogni esercente può scaricare l’apposito documento con tutti i dettagli delle transazioni ed i relativi costi sui quali è possibile richiedere il credito d’imposta.

E’ sufficiente scaricare periodicamente il documento ed inviarlo al proprio commercialista per avere diritto all’agevolazione.

Per scoprire tutte le altre caratteristiche e le promozioni sui dispositivi myPOS basta accedere qui!

Hai ulteriori domande da farci? Usa la live chat che vedi in basso a destra!

Il team PAYLAB

 

Leave a Comment